Luzzara, taglia la gola al figlio e poi tenta il suicidio

I carabinieri sull'argine a Luzzara

I carabinieri sull'argine a Luzzara

Il corpicino del piccolo è stato ritrovato dai carabinieri in una macchina nella campagna del comune emiliano.

E accanto a lei, sul sedile del passeggero, si trovava il bambino, di 4-5 anni, ormai privo di vita.

I carabinieri sono stati avvisati da un passante, il quale si è accorto dell'auto ferma in piena periferia. La donna, invece, aveva una profonda ferita di coltello nella pancia, ma era ancora viva.

La donna è stata soccorsa e trasportata all'ospedale di capoluogo emiliano, dove è ricoverata.

L'allarme è stato lanciato poco prima delle 16 da un pastore che in questo periodo porta al pascolo il suo bestiame nell'area golenale fra Guastalla e Luzzara e che, vista l'auto della donna si è insospettito e si è avvicinato, per poi chiamare subito i carabinieri. Per il piccolo non c'era più nulla da fare, mentre la madre è stata portata all'ospedale.

Una donna, residente a Suzzara di Mantova, avrebbe accoltellato il figlio, per poi ferirsi al torace con un coltello da cucina.

Altre Notizie