Il parà Scieri non si uccise, fu aggredito

Parà morto: fu aggredito non suicidio

"Il parà Scieri non si uccise, fu aggredito"

Il parà siracusano Emanuele Scieri venne aggredito prima di salire sulla torretta della caserma Gamerra di Pisa.

I vertici della Folgore hanno sempre sostenuto che il giovane si fosse tolto la vita. Così la relazione finale della commissione parlamentared'inchiesta sulla morte del militare che ha concluso i lavoridopo 20 mesi. Amoddio ha sottolineato come "il nostro lavoro ci ha consentito di escludere categoricamente che Scieri si sia suicidato o sottoposto a una prova di forza".

La commissione ha fatto emergere "le falle e le distorsioni di un sistema disciplinare fuori controllo ed ha rintracciato elementi di responsabilità depositandoli presso la Procura della Repubblica di Pisa".

Altre Notizie