Carige, ceduto un altro milione di crediti in sofferenza

Carige, c'è tempo fino a domani per l'aumento di capitale, Creditis andrà a Chenavari

Carige in trattativa con Chenavari per Creditis

La transazione, informa una nota, portera' a circa 2,2 miliardi il totale delle cessioni di crediti in sofferenza realizzate dall'istituto ligure nel secondo semestre dell'anno, a valere sul programma di de-risking incluso nel Piano Industriale, che prevede di raggiungere un totale stock di credito deteriorato pari a circa 3,1 miliardi entro il 2020.

Il corrispettivo della transazione è pari a 265,7 milioni di euro, corrispondenti a un prezzo di cessione di circa il 22,1% del valore nominale lordo (GBV), migliorativo rispetto a quello previsto nel Piano Industriale 2017-2020 approvato lo scorso 13 settembre. Il perfezionamento della transazione è previsto entro fine 2017. L'operazione è finalizzata al miglioramento delle performance di recupero crediti in virtù della partnership industriale con Credito Fondiario, che garantirà un innalzamento degli standard qualitativi allineandoli alle best practice di mercato.

Compania Financiera Lonestar, che detiene una partecipazione del 6% circa di Banca Carige ed è riconducibile all'imprenditore Gabriele Volpi, ha reso noto di aver aderito, pro quota, all'aumento di capitale in opzione, confermando altresì il proprio impegno a salire fino al 9,9% ai termini e alle condizioni di cui al relativo accordo sottoscritto con Equita Sim.

Banca Carige, che oggi chiude il suo aumento di capitale da 560 milioni di euro, ha comunicato di aver ceduto a Credito Fondiario sofferenze per 1,2 miliardi di euro e siglato un accordo per la cessione della piattaforma di gestione dei non performing loans.

Il closing dell'operazione è previsto entro il primo semestre 2018.

(Teleborsa) - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Carige ha conferito all'Amministratore Delegato Paolo Fiorentino delega per la selezione della controparte per la cessione di Creditis Servizi Finanziari e per la sottoscrizione dei relativi contratti.

A breve Carige, come sottolineato nella nota, pubblicherà un supplemento al prospetto informativo che sarà poi sottoposto all'approvazione da parte della Consob.

Altre Notizie