Ocse: Unimpresa, pensione a 71 dimostra squilibri generazionali sistema italiano

Ocse Parigi

Ocse Parigi

Confrontando l'età pensionabile legale con quella effettiva nel 2016, lo studio dell'Ocse ha infatti constatato che l'Italia ha il divario più alto, 4,4 anni.

"In media, nei Paesi dell' Ocse, l'età normale della pensione passerà, secondo le attuali legislazioni, da 64,3 anni a 65,8 anni per gli uomini e da 63,4 anni a 65,5 anni per le donne": è quanto si legge nel Panorama Pensioni Ocse 2017. In media nell'area il divario tra età legale ed effettiva di uscita per pensionamento è di 0,8 anni per gli uomini e di 0,2 anni per le donne. Secondo le ultime tabelle della Ragioneria dello Stato nel 2065 l'età della pensione arriverà a 70 anni e sei mesi. "Questo aumento di 1,5 anni - continua l' Ocse - rappresenta un po' meno di un terzo dei progressi in aspettativa di vita attesi all'età di 65 anni", vale a dire "meno della metà del necessario per garantire l'equilibrio tra il periodo di attività e la pensione". Nel 2013 la spesa per le pensioni in Italia era pari al 16,3% del Pil (14% in termini netti), inferiore solo al 17,4% della Grecia, pari a quasi il doppio della media Ocse (8,2%) e in aumento di quasi il 21% rispetto al 2000. In Europa, secondo l'Ocse, "circa il 10% delle persone tra i 60 e i 69 anni combina lavoro e pensione" e nei Paesi Ocse "circa il 50% dei lavoratori sopra i 65 anni lavoro part time". "L'età normale della pensione - prosegue il think tank parigino - diminuirà in metà dei Paesi della zona, e verrà tarata rispetto all'aspettativa di vita in Danimarca, Finlandia, Italia, Paesi Bassi, Portogallo e Repubblica slovacca". In Italia e Olanda chi entra oggi nel mondo del lavoro andrà in pensione dopo i 71 anni, l'età da lavoro più alta dei Paesi Ocse dopo la Danimarca (74 anni). "In media aumenterà di 1,5 anni per gli uomini e 2,1 anni per le donne stabilendosi giusto al di sotto dei 66 anni all'incirca nel 2060".

L'ente parigino ha stilato una graduatoria sulla futura età di pensionamento nella prospettiva di un 20enne che abbia iniziato a lavorare nel 2016.

Altre Notizie