Tari: guida passo passo per farvi rimborsare

Tari illegittima in arrivo i rimborsi dal 2014

L’AUTORE Chiara Samperisi

Andiamo a scoprire nel dettaglio come ottenere il rimborso. Ciò chiarito, con riferimento alle pertinenze dell'abitazione "appare corretto computare la quota variabile una sola volta in relazione alla superficie totale dell'utenza domestica".

Il chiarimento si è reso necessario a seguito del calcolo che alcuni Comuni hanno adottato, in base al quale la parte variabile della tassa è stata moltiplicata per il numero delle pertinenze. "Per le utenze domestiche, essa si compone di una parte fissa calcolata in base ai metri quadri dell'immobile e di una parte variabile calcolata in base al numero degli occupanti (corrispondente ad un quantitativo di rifiuti calcolato in base alla procedura contenuta nel punto 4.2, all.1, del D.P.R.158/1999)". In carta semplice, senza osservare particolari formalità, salvo l'indicazione di tutti i dati identificativi del contribuente, l'importo versato e quello di cui si chiede il rimborso nonché i dati identificativi della pertinenza che è stata computata erroneamente nel calcolo della Tari.

Come calcolare la TARI, la tassa sui rifiuti? "In quanto lo stesso nucleo familiare produce sempre lo stesso quantitativo di rifiuti, pur possedendo più immobili (utenze domestiche) non locati e nello stesso comune dell'abitazione principale".

La circolare pone poi qualche paletto: "Laddove il contribuente riscontri un errato computo della parte variabile effettuato dal Comune o dal soggetto gestore del servizio rifiuti, lo stesso può richiedere il rimborso del relativo importo, solo relativamente alle annualità a partire dal 2014", si legge infatti nella circolare, "Non è possibile chiedere il rimborso relativamente alla tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (Tarsu), governata da regole diverse da quelle della Tari, che non prevedevano, tranne in casi isolati, la ripartizione della stessa in quota fissa e variabile".

Ma l'Assessore al bilancio Tasca ci fa capire l'idea di fisco rapace della sinistra: per rimborsare chi ne ha diritto il Comune applicherà un aggravio del 17% a tutti i milanesi sprovvisti di garage.

Altre Notizie