Costringeva una ragazzina a prostituirsi quando era incinta: fermato un 16enne

Napoli, sfruttamento prostituzione: preso 16enne

Orrore a Napoli, a 16 anni costringe una donna a prostituirsi: minacce anche alla madre

Durante le indagini, i poliziotti hanno scoperto l'agghiacciante modalità con la quale la 16enne era costretta a prostituirsi in strada ogni sera: oltre a ripetute botte e minacce, il baby sfruttatore teneva in ostaggio la figlia neonata della ragazzina: la piccola veniva usata come ricatto per farsi consegnare, ogni sera, i proventi dell'attività di meretricio. Dopo settimane di ricerche, gli agenti della Polizia Municipale di Napoli sono riusciti ad assicurare alla giustizia il giovane, gravemente indiziato del reato di sfruttamento della prostituzione minorile a carico della coetanea.

Lo stato di schiavitù è stato interrotto nel mese di settembre dagli agenti che, dopo aver intercettato la ragazza in strada, avevano raccolto la richiesta disperata della ragazza che, solo con gli agenti, era riuscita a confessare le proprie sofferenze e a chiedere aiuto per sé e la figlioletta. Il ragazzo, secondo l'ipotesi accusatoria, insieme alla sorella e alla madre, avrebbe sfruttato una ragazza rumena, attirata dalle donne in Italia con l'illusione di un patrimonio. A "custodirla" in quel caso erano due donne. Il giovane è stato portato nel carcere minorile di Nisida.

Altre Notizie