Totò Riina, autopsia conclusa: l'addio della vedova e dei figli senza lacrime

Riina, la figlia Maria Concetta al Maggiore. Il legale ai cronisti:

La figlia di Riina alla stampa: “Vi denuncio”. Da Corleone arriva a Parma Ninetta Bagarella

Oltre a "cause e epoca" della morte, al medico è chiesto di evidenziare "ogni altro elemento che possa risultare utile al prosieguo delle indagini e in particolare la compatibilità tra i segni obiettivi riscontrabili e l'ipotesi eziologica del decesso in atti". L'autopsia sarà eseguita nella Medicina legale dell'ospedale, presidiata dalla Polizia penitenziaria e questa mattina da una pattuglia della Guardia di Finanza.

Alla fine dell'autopsia la vedova Ninetta Bagarella e i due figli, Salvo e Maria Concetta, hanno potuto dare l'ultimo saluto a Totò Riina nelle camere mortuarie dell'ospedale di Parma. "Là c'è un cadavere, ve ne dovete andare, questa non è stampa".

Intanto le forze dell'ordine che presidiano la Medicina legale hanno identificato durante la mattinata alcuni uomini che stavano nei pressi della struttura, a osservare i tanti giornalisti e teleoperatori. Alla domanda sui numerosi delitti di mafia e le centinaia di vittime sulla coscienza del padrino, gli anziani hanno risposto: "E chi lo dice?" "Credo proprio di si", ha risposto il medico legale. Ieri aveva compiuto 87 anni. Parlate invece dei politici, che sono tutti intoccabili. E quello che a qualsiasi altra persona sembra impossibile, si concretizza nelle voci soprattutto (ma non solo) degli anziani della cittadina: "Riina?".

Altre Notizie