Famiglia avvelenata da tallio, altri due casi di intossicazione in Brianza

Avvelenati dal tallio, torna la pista brianzola

Tallio: altri due parenti dei Del Zotto in ospedale. La contaminazione non è avvenuta in Friuli

Si infittisce sempre di più il "giallo" dell'avvelenamento da tallio a Nova Milanese. Ci vorrà quindi ancora del tempo per mettere la parola fine a questa storia.

E' passato quasi un mese e mezzo, dalla morte di Giovanni Battista Del Zotto e della figlia Patrizia, seguita poi da quella della moglie Maria Gioia Pittana, in seguito all'assunzione di tallio. I sei erano rimasti avvelenati dopo una vacanza nel cascinale di famiglia a Varno, in provincia di Udine.

Migliorano, invece, le condizioni di salute di altri tre famigliari ricoverati in ospedale a Desio: Enrico Ronchi, marito di Patrizia, sarà dimesso in settimana, mentre Laura Del Zotto e la badante Serafina Pogliani sarano trasferite all'ospedale di Pavia. Attesi dalla Procura di Monza, le indagini sono svolte dai carabinieri di Desio, gli esiti delle autopsie svolte sui corpi delle vittime, il fascicolo aperto è per omicidio colposo e lesioni contro ignoti. L'autorità giudiziaria aveva sequestrato sacchi di patate, zuppe confezionate, filtri dell'aria e campionato la mansarda del casale.

Altre Notizie