Casillas a Buffon: "Amico, mi fa male vederti piangere. Sei leggenda"

Nazionali

Nazionali

Tra le immagini simbolo della serata di lunedì a San Siro, c'è sicuramente anche l'abbraccio a fine partita tra Gigi Buffon e Gianluigi Donnarumma: si tratta di fatto di un passaggio di consegne visto che quella contro la Svezia è stata l'ultima gara del portiere della Juventus con la maglia della Nazionale italiana.

Nessuna sottovalutazione dell'avversario: "No, non abbiamo sottovalutato niente perché chi gioca queste partite sa cosa vuole dire affrontare queste squadre, quanto sia dispendioso sia fisicamente che psicologicamente rimontare un gol". È la forza dello sport che si rinnova, la potenza del suo dolore e delle sue emozioni.

"E' mancata l'energia e la lucidità per fare gol. Quando ti van male gli episodi vuol dire che probabilmente hai delle colpe e quando ti van bene hai meritato". Donnarumma, Perin e gli altri non mi faranno rimpiangere e anche negli altri reparti ci sono talenti da valorizzare.

Per Matteo Renzi "la serata di ieri per alcuni aspetti purtroppo 'storica' imponga a tutto il movimento calcistico una riflessione, in primis al presidente Tavecchio e al ct Ventura".

BARZAGLI - "Calcisticamente penso che sia la delusione più grande della vita". La partita è finita 0-0 e in virtù di questo punteggio, gli azzurri non si qualificano per i Mondiali in Russia 2018, dopo lo 0-1 dell'andata. Fuori dai Mondiali dopo 60 anni e ora si chiede a gran voce un rinnovamento dei vertici del nostro calcio, così da dare inizio a un nuovo corso. Un risultato che nello spareggio Mondiale, dopo lo 0-1 dell'andata a Solna, ha costretto l'Italia ad essere eliminata dalla rassegna iridata, a sessant'anni dall'ultima volta. Le lacrime dell'europeo erano uno sfogo, lasciare così è un colpo duro per la carriera.

Altre Notizie