Nazionale, Ventura si è dimesso da ct dopo Italia-Svezia?

Italia-Svezia, Ventura:

Ventura, niente scuse: il calcio italiano non è in crisi

"Si ripartirà alla grande perché il materiale c'è". L'argomento principale sono le sue dimissioni: "Non mi sono dimesso perchè non ho ancora parlato con il Presidente". L'indiscrezione arriva direttamente dagli spogliatoi di San Siro.

"Futuro? Vediamo, parleremo con la Federazione, - ha proseguito il Ct - ci confronteremo e si vedrà". Se pensi che ci sia stato dichiarato il falso e/o siano state commesse delle infrazioni legali, scrivici per poterti mettere in contatto direttamente con l'autore che si assume il 100% della responsabilità. Non è giusto condannare la sconfitta, perché gli avversari erano superiori prima ancora di scendere in campo.

Chissà per cosa poi, se non per parlare di ingaggio e di accordi economici. Questo è l'unico rammarico che ho, non certo quello di finire.

Poi c'è l'arroganza, anche quella impossibile da dimenticare. "Se si è offeso qualcuno, chiedo scusa", ha concluso. Una vergogna indelebile per il nostro movimento e che rischia di portarsi dietro conseguenze importanti a livello psicologico per chi ne ha fatto parte, a prescindere da meriti o demeriti di sorta.

L'ultimo tasto dolente per il quale gli italiani non perdoneranno mai Ventura riguarda le mancate dimissioni al fischio finale di Italia-Svezia.

Giampiero Ventura, commissario tecnico dell'Italia, è intervenuto in conferenza stampa dopo l'eliminazione degli azzurri dal Mondiale. Fino alla partita con la Svezia avevamo fatto quello che ci aspettavamo tutti, la mia colpa è di aver fatto due partite senza subire un tiro e aver perso 1-0.

"Questo è un argomento che potrà anche essere trattato, ma che non dipende da me e che non mi sento di affrontare in questo stato d'animo".

Altre Notizie