Italia-Svezia 0-0: gli Azzurri dicono addio al Mondiale di Russia

L’Italia è fuori dai Mondiali non accadeva dal 1958 0-0 contro la Svezia a San Siro

Italia, serve l'impresa: disastro finanziario senza il Mondiale

Non succedeva da sessant'anni, che la Nazionale non riuscisse a qualificarsi. Entusiasmo invece per quanto riguarda i quotidiani Svedesi: "Sensazionale", "Miracolo a Milano" e "La caduta del gigante", si legge sui maggiori giornali scandinavi. A lato, un focus intitolato "Ciao Italia" e in fondo un'analisi delle ragioni che hanno portato al "cataclisma".

Ora molto probabilmente ci saranno da fare molte valutazioni, anche a livello di Federazione, l'amarezza è tanta ma bisogna cercare di spostare le macerie e provare a ricostruire partendo da zero. Non portare l'Italia ai mondiali è stata una cosa che ha spezzato il cuore ai 60 milioni di italiani, a quei bambini che sognano di diventare come i propri idoli, a chi vive il calcio con il cuore, con la passione e non ci milioni che guadagno gli altri. Anche la sezione sportiva del The Sun apre con la notizia sugli azzurri: "L'Italia fallisce la qualificazione al Mondiale". Ecco l'elenco aggiornato: Russia (Paese ospitante), Brasile, Iran, Giappone, Messico, Belgio, Corea del Sud, Arabia Saudita, Germania, Inghilterra, Spagna, Nigeria, Costa Rica, Polonia, Egitto, Islanda, Serbia, Francia, Portogallo, Argentina, Colombia, Uruguay, Panama, Senegal, Marocco, Tunisia, Svizzera, Svezia e Croazia. Una disfatta totale che non risparmia neanche il mondo delle scommesse.

In realtà i due percorsi italiani, sebbene distanziati da 60 anni ed ere calcistiche ineguagliabili, tracciano binari paralleli. La sconfitta per 1-0 nella gara di andata non viene quindi ribaltata davanti ai 70.000 di San Siro, che assistono all'ennesimo flop della nazionale di Ventura. Voci perse, lacrime di gioia ad ogni rete, urla, emozioni e quant'altro che non vivremo ai prossimi mondiali, anzi, dovremo stare incollati alla tv (per chi ne avrà voglia) a vedere le vittorie altrui. Quella del bomber dentro e fuori dal campo, nessuna fantasia ma solo realtà.

Altre Notizie