Difesa Ue, che cosa cambierà davvero con la Pesco

Mogherini, giorno storico per difesa europea

Europa - +++UE, 23 Paesi firmano 'notifica congiunta' su Difesa comune+++

Mentre la NATO chiede la creazione di due nuovi comandi in UE, in occasione del Consiglio Esteri/Difesa a Bruxelles 23 Paesi hanno firmato la "notifica congiunta" della volontà di partecipare alla cosiddetta Pesco (Permanent Structured Cooperation), la cooperazione permanente strutturata nel campo della difesa europea.

Non hanno aderito Portogallo, Malta, Irlanda, Danimarca e Regno Unito, in procinto di uscire dell'Unione. Altri Stati membri potranno aderire in una fase successiva. La definitiva istituzione della Pesco è prevista al Consiglio Affari esteri dell'11 dicembre prossimo e successivamente saranno definiti i primi progetti comuni. Nella lista degli "impegni comuni" l'aumento dei bilanci della Difesa, l'addestramento, lo sviluppo di capacità militari e di prontezza operativa. Il ministro ha ricordato uno dei progetti presentati dal nostro Paese, il drone europeo, che ha già sperimentato il sistema di comando e controllo. Da un lato massima collaborazione con la Nato, dall'altro grande attenzione al fianco sud che interessa da vicino l'Italia sul quale, ha detto Alfano, "l'Europa dev'essere protagonista".

"Dopo 60 anni di attesa, in pochi mesi abbiamo fatto più lavoro e fatto più strada di quella compiuta in tutti i decenni precedenti, ed abbiamo raggiunto un traguardo importante", ha commentato Pinotti.

Altre Notizie