Battlefront II, EA fa dietrofront sul prezzo degli eroi

Verso la recensione di Battlefront II tra modalità online e loot box

Star Wars Battlefront II: sono necessarie svariate ore per sbloccare i personaggi

Arrivato nell'anno d'inizio della nuova era di Star Wars targata Disney, ovvero nel 2015, a ridosso dell'uscita di Star Wars Episodio VII: Il Risveglio della Forza, Star Wars Battlefront raccoglieva l'eredità dell'omonima serie realizzata da Pandemic nella generazione di PS2 e Xbox.

Per la precisione EA ha tagliato del 75% il costo necessario a sbloccare personaggi come Darth Vader, Luke Skywalker, Chewbecca, la Principessa Leila, ecc.

Inoltre, gli sviluppatori hanno annunciato che continueranno a dare ascolto alla community, per fare in modo che il gioco rispetti le aspettative dei giocatori: "Abbiamo apportato questi cambiamenti ai livelli di crediti per sbloccare gli eroi e abbiamo intenzione di continuare a fare cambiamenti per migliorare l'esperienza di gioco nel tempo, accettiamo volentieri il vostro parere". Verrebbe, quindi, naturale acquisire crediti tramite l'acquisto di casse piuttosto che dover affrontare ore e ore di grinding.

Si è passati da 60.000 crediti a soli 15.000 crediti per i personaggi di rango più elevato.

In merito al sistema di carte legato alle abilità, c'è da dire che riescono egregiamente a spingere il giocatore a spendere i punti guadagnati, ovvero la valuta in-game, per accaparrarsi le casse (o meglio, i tanto contestati "loot box") contenenti le Star Card, le carte di cui sopra. Se volete solamente giocare e farvi strada verso il prossimo sloccabile sarà assolutamente possibile.

I giocatori possono anche acquistare dei Cristalli con la moneta di gioco, ma EA ha specificato che non possono essere utilizzati per lo sblocco dei personaggi.

Il gameplay alla base di Star Wars Battlefront II resta sostanzialmente invariato, fatta eccezione per l'aggiunta della schivata, gradita introduzione in un sistema di movimento e controllo versatile, comodo e intuitivo, adatto sia a chi non vuole impegnarsi esageratamente che ai più smalizziati, che magari desidereranno personalizzare la propria esperienza di gioco posizionando le carte abilità sui dorsali che preferiscono.

Altre Notizie