Pisapia: "Tutto per unire". Bersani: "Trattativa Pd? Cado da nubi"

Pisapia lancia Campo progressista e candida Laura Boldrini a Palazzo Chigi

Pisapia: fare di tutto per unire il centrosinistra ma dal Pd serve discontinuità

Per andare avanti e non arrendersi al rischio di un altro fallimento per il centrosinistra. Così il leader di Campi Progressista Giuliano Pisapia è intervenuto a 'Diversa', l'iniziativa che ha promosso a Roma. Non possiamo regalare il Paese a chi l'ha già distrutto più volte. "Il Pd smetta di guardare a destra e a centrodestra, guardi a sinistra: non ci può essere alcun cammino per chi pensa che nel nuovo centrosinistra ci possa essere spazio per un nuovo o un vecchio centrodestra", aggiunge. "L'idea dell'autosufficienza è un suicidio politico - aggiunge Pisapia - non possiamo lasciare il Paese alla destra".

"La prossima settimana sarà importante, non vorrei dire decisiva".

Poi l'ex sindaco di Milano ha aggiunto: "Agli amici del Pd dobbiamo dire con forza" che c'è bisogno di "unità perché senza unità non si vince" ma anche "discontinuità perché senza la discontinuità è il Paese che perde". "Non è mai stata un'opzione accettabile". "Campo Progressista - spiega Boldrini - ha cercato un dialogo costruttivo con il Pd. No, sino all'ultimo giorno, dobbiamo provare".

Il leader di Campo Progressista, Giuliano Pisapia, aprendo i lavori di " Diversa, una proposta per l'Italia" ha affermato:"Non vogliamo un'altra Sicilia, non possiamo non fare di tutto per unire, nella discontinuità, per unire il centrosinistra. "Di fronte a tante espressioni di indisponibilità credo che non ci siano più le condizioni per un'alleanza con il Pd. E non basta neanche fare le alleanze 'contro', perché questo non mobilita nessuno", ha aggiunto Boldrini. Ma su twitter Pier Luigi Bersani (Mdp), citando il titolo di un film di Checco Zalone, ha risposto: "A leggere di questa 'grande trattativa' cado dalle nubi".

Altre Notizie