Gp Brasile, Hamilton: "Mi prendo tutta la responsabilità"

Hamilton il più veloce nelle seconde libere

Formula 1 GP Brasile Hamilton e la Mercedes dominano le prove libere

"Domani andrà bene". E' fiducioso Sebastian Vettel per la gara domenicale in Brasile dopo il secondo posto nelle qualifiche. Inoltre, un interessante dato statistico ci dice che in tutti i Gran Premi finora disputati nel 2017 chi ha vinto era primo oppure al massimo secondo alla prima curva, con l'eccezione di Baku e Singapore: in Azerbaigian però abbiamo vissuto una gara troppo ricca di imprevisti e colpi di scena per essere attendibile da questo punto di vista, mentre quello che è successo alla partenza a Marina Bay entrerà nella storia della Formula 1 e ha di fatto segnato le sorti della stagione, unitamente ai guasti della Ferrari a Sepang e Suzuka.

Chi, più di tutti, ha saputo sfruttare l'incidente di Hamilton è stato il suo compagno di squadra finlandese che si è andato a costruire una bellissima pole position staccando il ferrarista Sebastian Vettel di 38 millesimi. Io ho lavorato su di me per vedere se ci fosse qualcosa che non andava Ho lavorato con gli ingegneri, poi su me stesso, e nelle ultime tre gare ho fatto sempre considerevoli passi avanti e ora siamo in pole.

Così come per Vettel, la seconda posizione nel Mondiale Piloti è un obiettivo prestigioso anche per Bottas, che è al suo primo anno con la Mercedes.

Domani il GP del Brasile scatterà alle ore 17 italiane, ed i motivi d'interesse saranno non solo davanti con le prime file, ma anche da dietro, con Hamilton che dovrà effettuare una gran rimonta se vuole puntare al podio. Bottas, alla terza pole in stagione, ha chiuso con il tempo di 1'08 " 322.

A dare una mano a Seb e Kimi potrebbero anche essere i problemi in casa Red Bull: la scuderia austriaca, reduce dal trionfo di Verstappen in Messico, per tutto il weekend non è sembrata in grado di avvicinare le prestazioni degli altri due top team, complice anche qualche dubbio sull'affidabilità delle power unit Renault. Ad ogni modo la seconda posizione ottenuta da Vettel sa di beffa, poichè sino a pochi secondi dal termine della Q3 la pole era saldamente in mano al tedesco della Ferrari. Fare la pole qui è un'ottima cosa e sarà sicuramente una lotta serrata con le Ferrari, però molto meglio partire davanti a tutti. "Certo non sarà semplice, non è facile superare, evitare gli errori sarà fondamentale".

Per Hamilton, invece, un errore grossolano già in Q1: l'inglese scala tre marce in curva anziché due, blocca il posteriore e finisce rovinosamente a muro, distruggendo il lato sinistro della sua W08 Hybrid. Non è male come risultato.

Altre Notizie