Roberto Spada davanti al gip. A Ostia il corteo della Raggi

Ostia

Ostia, aggressione alla troupe della Rai: oggi l'interrogatorio di garanzia a Spada

Al termine dell'interrogatorio di garanzia, nel carcere di Regina Coeli, il gip di Roma Anna Maria Fattori si è riservato di decidere sulla richiesta di convalida del fermo di Roberto Spada, accusato di lesioni, con l'aggravante del metodo mafioso, e violenza privata.

L'aggressione I fatti risalgono a martedì: il giornalista Daniele Piervincenzi e il cameraman Edoardo Anselmi si recano presso la palestra della quale Spada è titolare, a Ostia, chiedono di lui e lo intervistano sugli esiti delle elezioni municipali e sui rapporti tra CasaPound e il clan Spada.

Il giudice nelle prossime 48 ore scioglierà la riserva decidendo se emettere o meno una misura cautelare. "Casa lavoro dignità, no alla violenza fascista a mafiosa". Saranno presenti la Sindaca di Roma, Virginia Raggi, i vertici delle forze dell'ordine, la Commissione Straordinaria del Municipio X e un rappresentante della procura distrettuale antimafia. La richiesta del procuratore aggiunto Michele Prestipino e dei suoi sostituti deriva dalla convinzione che l'aggressione si sia sviluppata in un contesto mafioso.

I carabinieri intanto stanno completando l'identificazione del complice di Spada che, mentre Roberto picchiava Piervincenzi, si sarebbe scagliato contro Anselmi. "La sindaca rappresenta tutti non solo il M5S, questa una manifestazione apolitica", afferma Angela venuta da Velletri per partecipare al corteo.

Sempre oggi la prima di due manifestazioni contro la criminalità organizzata indette sul litorale di Roma. "Noi siamo tutti qui oggi per fare una passeggiata che e' aperta a tutti dobbiamo fare questa passeggiata per dimostrare che i cittadini sono per la legalita'", ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi. Quello che è avvenuto - aggiunge - aiuta a far capire la serietà della situazione al grande pubblico. Per questo nel decreto di fermo hanno ricostruito vari episodi che, dal 2007 ad oggi, dimostrano che Ostia è terra di mafia. "La sinistra deve ritrovare il suo popolo ed uscire dall'arroccamento nei centri storici delle città".

Altre Notizie