Bus in fiamme all'alba, incendio a bordo: arrivano i vigili del fuoco

In Atac si sono versati pure l

La procura non ha ancora iscritto nessuno nel registro degli indagati

Il piano di concordato dell'Atac è in bilico. Sono intervenuti i carabinieri della stazione Appia che stanno indagando sull'accaduto. "Ci auguriamo che ciò avvenga quanto prima, che cessino i tentativi di delegittimazione con cui la stessa Amministrazione ha di fatto iniziato una subdola campagna referendaria già dal momento del deposito delle firme, e che vengano pubblicamente smentite le voci su possibili proroghe del contratto di servizio, in ragione di presunte necessità legate al concordato preventivo che l'autorità per la concorrenza ha definitivamente dichiarato infondate".

"In particolare, il lungo periodo che ancora ci separa dalla scadenza dell'attuale affidamento (pari a due anni) rappresenta un lasso di tempo sufficiente per il Comune di Roma Capitale per organizzare il servizio senza il ricorso a misure urgenti". Poi le violenze, con i tre che si sono dileguati rapidamente dopo aver colpito l'autista romano con un pugno sul volto. Un avvertimento che mette il Campidoglio di fronte a un bivio: procedere comunque alla proroga, rischiando successive contestazioni, o decidersi a fare la gara rischiando di far fallire l'azienda dei trasporti. "Ma siano i cittadini a decidere tra opzioni diverse, di cui però devono essere chiari i costi e i benefici, nel quadro di una riorganizzazione del sistema della mobilità in ambito metropolitano".

Altre Notizie