Evasi 1 milione 750 mila euro arresti domiciliari per Cateno De Luca

L'Unione Sarda: le notizie in edicola mercoledì 8 novembre

Evasi 1 milione 750 mila euro arresti domiciliari per Cateno De Luca

Il complesso reticolo societario faceva capo alla Federazione nazionale autonoma piccoli imprenditori e alla società CAF.FE.NA.PI. srl, riconducibile a De Luca e a Satta, che, nel tempo, ha messo in atto un sistema di fatturazioni fittizie. Il deputato siciliano, appena rieletto con la lista Udc Sicilia Vera alle regionali di domenica scorsa con 5418 preferenze, è accusato di associazione per delinquere finalizzata alla realizzazione di una evasione fiscale di circa 1.750.000 euro. In sintesi, lo schema evasivo emerso prevedeva l'imputazione di costi inesistenti, da parte della Federazione Nazionale a vantaggio del CAF FENAPI s.r.l., individuato quale principale centro degli interessi economici del sodalizio criminale.

Nell'ambito dell'indagine sono state denunciate otto persone. Il suo nome, peraltro, figurava tra i cosiddetti 'impresentabili' indicati dal Movimento 5 stelle.

Il consigliere regionale Catena De Luca è ora agli arresti domiciliari, aveva espresso l'intenzione di candidarsi a sindaco di Messina.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Altre Notizie