Fisco, anche per l'Iva arriva la dichiarazione precompilata

Split payment IVA novità in arrivo nel 2018

+++L.BILANCIO, BOZZA: DA 2019 PRECOMPILATA ANCHE PER AUTONOMI IVA+++

La nuova norma dovrebbe riguardare il "popolo delle partite Iva", dai professionisti agli imprenditori singoli, agli artigiani, dunque, e le imprese ammesse al regime di contabilità semplificata. Si precisa che lo sconto del 50% dei contributi non si applica "ai rapporti di lavoro domestico e di apprendistato". Anche per questa imposta, in assoluto la più evasa dagli italiani, arriva così la dichiarazione precompilata basata sui dati della fatturazione elettronica.

Un bollo del due per mille sulle comunicazioni per le polizze vita.

Occhio del fisco sulla vendita di opere d'arte, oggetti di antiquariato o collezioni. Di fatto una mini patrimoniale che dal primo gennaio dell'anno prossimo si applicherà alle comunicazioni inviate dalle compagnie assicurative ai clienti del cosiddetto Ramo I, quello delle polizze rivalutabili e a capitale garantito.

Il nuovo bonus giovani per le assunzioni con il Jobs Act degli under 29, età che sale agli under 35 per il solo 2018, se non utilizzato per gli interi 3 anni alla prima assunzione, sarà portabile "indipendentemente dall'età anagrafica del lavoratore alla data delle nuove assunzioni". La tassazione sul reddito si riferisce alla possibilità di scomputare le spese alla casa d'asta, le spese di restauro e di assicurazione e custodia.

La riforma attribuisce all'Agenzia delle entrate il compito di fornire assistenza online al contribuente e, nello stesso tempo, sarà tenuta a inviargli un prospetto di liquidazione periodica Iva; la bozza di dichiarazione annuale dell'Iva e della dichiarazione dei redditi con i relativi prospetti riepilogativi dei calcoli effettuati; le bozze dei modelli F24 di versamento con le imposte da versare, compensare o richiedere a rimborso. Sarà possibile considerare ai fini della tassazione sui redditi un forfait del 40% del reddito percepito. La misura non riguarderà le grandi società con contabilità complessa. La misura verrà anticipata di sei mesi, ovvero a luglio 2018, per le cessioni di carburante diesel e benzina e per le prestazioni rese da soggetti subappaltatori nei confronti dell'appaltatore principale, nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con la Pubblica Amministrazione. In questo modo si potrà abbandonare anche il registro dei corrispettivi.

Altre Notizie