Banco Bpm, esclusiva a Cattolica per alleanza

Warren Buffett da poco azionista di Cattolica Assicurazioni

Banco BPM sceglie Cattolica (e Warren Buffett). I dettagli

Com'è noto, tra Unipol e Banco Bpm è in corso un arbitrato, perché la compagnia vuole 700 milioni, mentre la banca ne offre 350.

L'offerta della francese Covéa è stata dunque battuta da quella vincolante di Warren Buffett che neanche un mese fa è diventato azionista di maggioranza di Cattolica.

Come accennato in precedenza, Banco BPM ha scelto Cattolica come partner assicurativo soltanto dopo aver esaminato tutte le offerte pervenute alla banca di Castagna nell'ambito di quel processo competitivo avviato dalla stessa.

Equita Sim, ipotizzando una valutazione del 100% delle due Joint venture da parte di Cattolica di 1,5 mld (ovvero 750 mln per il 50%) e cioè 23 volte il rapporto prezzo/utili e che il riacquisto del 50% di Popolare Vita da Unipol avvenga al prezzo già incorporato nel capitale di Banco Bpm, stima un impatto positivo di 8 punti base sul Cet1 di Banco Bpm (1% della capitalizzazione di mercato). Sicuramente una valutazione di natura economica sulla quale ha pesato anche la presenza dell'oracolo di Omaha e del suo infallibile fiuto per gli affari. La proposta prevede anche "La firma di un accordo di lungo termine con Banco Bpm per la distribuzione di prodotti vita e danni sulla rete ex-Banco Popolare". Si prevedono oscillazioni più o meno evidenti sulle azioni Banco BPM, soprattutto in avvio di sessione.

Altre Notizie