Calciomercato, Mirabelli non molla Belotti: "E' milanista, vedremo in futuro"

Infine Mirabelli torna sull'acquisto di Bonucci e rivela: "Non è stato pianificato perché non avevamo idea che ci potesse essere la possibilità, non avrei mai immaginato che la Juventus si privasse di un giocatore così importante". E su Raiola: "È un attore, gli piace parlare del Milan per stare sui giornali". Dire quelle cose è un'offesa verso alcuni giocatori che lui rappresenta. Scetticismo sul progetto? È il gioco delle parti, un Milan in rinascita è un Milan che comunque dà fastidio. Oltre al tanto vociferato Antonio Conte, che sembra voler interrompere l'esperienza inglese e tornare in Italia, nelle ultime ore è giunta un indiscrezione dalla Svizzera, riportata dal quotidiano Blick, secondo la quale il Milan avrebbe mosso passi concreti per il commissario tecnico della Nazionale crociata Vladimir Petkovic. "E' un tifoso milanista, chissà in futuro potrà indossare la maglia che sogna da quando era bambino". Confronto con l'allenatore nel pianificare gli acquisti? In molti fanno un lavoro con agenti e procuratori, noi cerchiamo di andare sul campo. "Kalinic ad esempio piaceva molto a Montella".

Quando ci vedevamo per parlare di Bertolacci più volte Lucci mi faceva battute su Bonucci ma io gli dicevo di non farmi perdere tempo, fin quando ho parlato direttamente con Leo per verificare la cosa e ho visto che aveva una grandissima voglia. Cristiano Ronaldo? Jorge Mendes è uno dei migliori agenti che c'è nel mondo, ci siamo visti per tante cose.

Altre Notizie