Malagò: "La lite Pellegrini-Paltrinieri?"

Caso Pellegrini-Paltrinieri aperta indagine

Nuoto, Fede-Greg scoppia la lite sul tecnico Morini

"Ne risponderà in prima persona - afferma -". Il Moro quest'anno con i suoi atleti ha vinto quattro medaglie mondiali. "Mi dispiace un sacco che questo premio non vada a te Matteo che sei riuscito in questa impresa e oltretutto hai fatto migliorare di un secondo e mezzo Luca Pizzini!" Post come: "Mancare di rispetto vuol dire insultare... e qualcuno verrà querelato per questo". I giornalisti hanno subito riportato questa frase riferendola erroneamente al commento di Paltrinieri.

La Federnuoto ha prontamente annunciato di aver aperto un'indagine riguardo alla vicenda, (nei confronti "di tesserati e non") e a poco son valse le scuse (tardive) di Stefano. Sembra che il tutto sia stato risolto da uno scambio di messaggi avvenuto tramite WhatsApp.

Finita qui? Per nulla.

Sulla vicenda si è espresso anche il presidente del Coni Giovanni Malagò: "La lite tra Pellegrini e Paltrinieri?". Fa parte di una dialettica tra due ragazzi che si sono già parlati e chiariti, perché hanno una stima reciproca enorme e sono patrimoni dello sport italiano", ha sottolineato il massimo dirigente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, a margine della presentazione delle Universiadi di Napoli 2019, aggiungendo: "Il regolamento del premio però andrebbe cambiato, una cosa che peraltro riguarda tutti gli sport, magari prevedendo che possa vincere qualcun altro dopo una, due, tre volte.

Neanche per sogno. Nel frattempo su Twitter sono fioccati un paio di tweet pubblicati da Pellegrini che, a primo impatto, hanno portato quasi tutti - tutti tranne, per esempio, Selvaggia Lucarelli che si è presa la briga di ricucire la faccenda da capo a piedi - a pensare che la Pellegrini ce l'avesse con Paltrinieri. Se proviamo a osservare al di là del polverone innalzato dai media, troveremo un tema dal profondo valore simbolico: l'importanza dell'allenatore.

"Quando si sente di dire una cosa, Federica la dice - ha spiegato Malagò - È il lato bello del suo carattere, è una persona onesta, ci mette la faccia ed è assolutamente legittimata a esprimere la sua opinione, che tra l'altro è condivisibile". Ma per me e per il tuo gruppo sei tu l'allenatore dell'anno!

Altre Notizie