Champions League - La Sidigas Avellino fa l'impresa in casa del Besiktas

Avellino sbanca Istanbul Besiktas battuto 86-80

Champions League: la Sidigas Scandone Avellino affronta il Besiktas

La Sidigas si blocca e continua a non vedere il canestro, il Besiktas rosicchia altri tre punti con Sanli per il 70-74.

Ultimo quarto - Nei primi minuti dell'ultimo quarto le difese vincono continuativamente i duelli con gli attacchi ed, infatti, i primi punti del quarto arrivano dalla lunetta dopo 3 minuti quando Diebler converte i due tentativi a sua disposizione. Avellino interrompe il suo break negativo con i liberi di Ariel Filloy e si ritrova in vantaggio di un possesso. I ritmi cominciano ad alzarsi ed Avellino prova a tenerli con Leunen e Filloy, ma il Besiktas non perdona e si rifà a +8 grazie ai centri di Sanli, Diebler e Sipahi: 45-37, Sacripanti chiama time out per far rifiatare i suoi. Primo quarto con Avellino in scia, ma che subisce ben 31 punti, troppi per pensare di vincere fuori casa e contro il Besiktas.

Fitipaldo per Rich, la Scandone completa la rimonta ad inizio del terzo quarto. Si vede che Agent Zero ha studiato per un anno da Leunen, dal quale ha imparato a entrare nelle pieghe della partita facendo le cose più importanti (6 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi e il miglior plus/minus di squadra), oltre a una caterva di intangibles: quelle giocate che non entrano nelle statistiche ma fanno la differenza, come aiuti, scivolamenti difensivi, blocchi e raddoppi. Le triple dei turchi, però, ristabiliscono il vantaggio del Besiktas. Dal time-out nasce una splendida azione corale degli irpini che liberano Rich sul perimetro per la tripla del +8. La squadra di casa cerca di dare lo strappo alla partita con due punti in penetrazione di Sanli, i biancoverdi però non ci stanno e vanno a segno con Filloy che realizza da tre. Torna Wells sul parquet e con il layup porta a +7 gli irpini.

Finalmente sale in cattedra Filloy nella ripresa che con due triple suona la carica. La risposta dei turchi è affidata a Weems che porta sul 10-6 i suoi. Il solito Strawberry e Sanli provano ad allungare ma è ancora Filloy ad evitare che la barca affondi e a segnare per il 43-37. Arriva il momento di Diebler che prima segna tre liberi, ingenuamente concessigli da Wells, e poi va a segno un'altra volta con i piedi dietro l'arco. L'italo-argentino sfida Geyik dalla lunga distanza, alla sagra delle triple si aggiunge anche Strawberry: 38-31 a metà quarto.

Prima partita e primo successo per la Sidigas Scandone Avellino in Champions League. Ma la sensazione era che anche dando il massimo si rischiava di tornare a casa a mani vuote, perché il Besiktas è squadra vera.

Besiktas: Strawberry, Sipahi, Lima, Diebler, Weems. I turchi, infatti, lo scorso anno si sono fermati solo in finale, quando hanno trovato i campioni d'Europa del Fenerbahce.

Altre Notizie