Amb-Ener - Entra in vigore decreto su 'vuoto a rendere' per bottiglie

Torna di moda il vuoto a rendere

Torna il vuoto a rendere, al via da oggi la sperimentazione di un anno

Nella giornata di ieri martedì 10 ottobre è entrato in vigore il regolamento del Ministero dell'Ambiente su foto a prendere per le bottiglie di birra e acqua minerale in plastica e vetro.

Lo stabilisce il regolamento del ministero dell'Ambiente, pubblicato il 25 settembre in Gazzetta Ufficiale, che attua la misura del "Collegato Ambientale" rivolta alla prevenzione dei rifiuti di imballaggio monouso attraverso l'introduzione, su base volontaria per un anno, di un sistema di restituzione di bottiglie riutilizzabili.

Torna il "vuoto a rendere", l'incentivo al riciclo e al riutilizzo che consiste nel restituire al consumatore, in cambio di bottiglie vuote, la piccola cauzione versata al barista o al commerciante al momento dell'acquisto.

"Un Paese proiettato nell'economia circolare come l'Italia - afferma il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti - non può che guardare con interesse a una pratica come il vuoto a rendere, già diffusa con successo in altri Paesi".

Come funziona il vuoto a rendere? .

Come previsto dall'articolo 219-bis del Dlgs 152/2006 (come introdotto dalla legge 221/2015, "green economy"), il sistema è volontario e spetterà agli esercenti aderire o meno compilando il relativo modulo allegato al decreto al momento dell'acquisto dell'imballaggio di birra o acqua minerale e consegnandolo al distributore o produttore, versando la relativa cauzione (tra 0,05 e 3 euro) che gli verrà restituita al momento della riconsegna dell'imballaggio vuoto. Di cosa si tratta.

I materiali delle bottiglie destinate al riutilizzo dovranno subire lievi cambiamenti nella composizione: si passerà a bottiglie con vetro o plastica un po' più spessi rispetto a quelle attualmetne sul mercato in modo che il riutilizzo sia assicurato e non siano compromesse funzionalità e sicurezza.

Le norme sono previste per contenitori di volume compreso tra gli 0,20 e gli 1,5 litri. Esempi in Europa. Il vuoto a rendere è già in uso in Germania, Norvegia, Danimarca e Finlandia, in Gran Bretagna, dove oltre ad essere un'iniziativa ecologica, ha anche una valenza sociale poichè aiuta i senzatetto a trarre qualche guadagno dal vuoto a rendere.

Altre Notizie