Adblock Plus per Chrome finto: era un malware. Google sotto accusa

Sul Chrome Web Store circolava un AdBlock Plus contraffatto: siete caduti nella sua trappola? (foto)

Utenti Chrome in pericolo per una versione fake di Adblock

Il caso è montato dopo che un utente Twitter, chiamato SwiftOnSecurity, ha pubblicato alcuni tweet al vetriolo scagliandosi contro Google stessa, rea di aver permesso la pubblicazione sul suo store di un'estensione omonima di una delle più celebri disponibili per Chrome, ma con intenti malevoli.

Google torna ancora a far parlare di sé per problemi legati alla sicurezza.

A tal proposito si ricordi che a partire dal 2015 Google smise di autorizzare le estensioni distribuite al di fuori del suo store online, tale decisione fu presa proprio per ragioni inerenti la sicurezza e il risultato dell'iniziativa fu quello di diminuire del 75% le richieste di assistenza derivante dall'installazione di add-ons potenzialmente dannosi. Infatti, un'estensione chiamata AdBlock Plus - esattamente come il celebre servizio che consente di bloccare le pubblicità indesiderate - ha per qualche tempo circolato indisturbata sul Chrome Web Store, traendo in inganno più di 37 mila utenti. Il malware in questione, a quanto si apprende, non è finalizzato al furto dei dati personali, ma si comporta più come un adware, ossia invia agli utenti della pubblicità spam con dei pop-up che si aprono in automatico (l'esatto contrario del lavoro dell'originale AdBlock Plus).

Google ha provveduto ad eliminare subito l'estensione della quale al momento non si conoscono gli effetti, se si è dunque tra gli utenti che hanno installato nell'ultima settimana Adblock è consigliato rimuovere l'estensione e provvedere ad una nuova installazione.

Altre Notizie