Arcelor Mittal: Ilva, sfida per noi a lungo termine

Un operaio dell'Ilva in una

Un operaio dell'Ilva in una

Anche se quest'ultimo tema non era oggetto specifico dell'incontro di oggi, come ricorda Repubblica il problema c'è e lo ricordano tutti i sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil: si tratta di "7.603 lavoratori e lavoratrici dell'indotto, dipendenti di circa 346 aziende, autorizzati tutte le mattine, pomeriggi e notti a presentarsi presso la portineria Imprese (sulla strada provinciale per Statte) per iniziare la loro avventura nello stabilimento". "Gli ho risposto che finché non è chiaro io il tavolo non lo apro". Lo ha detto a Cernobbio al forum sui trasporti organizzato da Conftrasporto il CEO Europa di Arcelor Mittal, Aditya Mittal , gruppo che detiene l'85% della compagine AmInvestCo che si sta preparando a rilevare gli asset di ILVA dall'amministrazione straordinaria, spiegando che l'azienda che il suo gruppo controlla all'85% " ha sofferto moltissimo negli ultimi anni dal punto di vista della produzione e ha sofferto la comunità per negligenze ambientali, noi vogliamo migliorare queste condizioni". Per il Mise "bisogna ripartire dall'accordo di luglio, dove si garantivano i livelli retributivi". E' vitale che l'implementazione del nostro piano non venga ritardata.

LIGURIA - A Genova sono indicate 900 assunzioni dirette di cui 25 quadri, 165 impiegati e 710 operai, rispetto agli attuali 1.499 dipendenti.

Stop alla trattativa tra sindacati dell'Ilva e AM InvestCo Italy, società che si è aggiudicata il siderurgico. Il ministro dello Sviluppo economico ha quindi chiarito di aver annullato il tavolo perché "come Governo non possiamo accettare alcun passo indietro su retribuzioni e scatti di anzianità acquisiti che facevano parte degli impegni". "Al governo chiedo - conclude Liviano - che tenga la barra dritta e che faccia rispettare a Mittal quanto previsto dalla procedura in atto che, lo ricordo, non può prescindere dall'accordo sindacale, e cioè il trasferimento al nuovo soggetto del numero minimo di 10mila unità lavorative nonchè la quantificazione in 50mila euro annui per quanto riguarda il costo di ciascun lavoratore". In particolare, i lavoratori dell'Ilva contestano la proposta di essere riassunti ex novo, perdendo i diritti dell'articolo 18 e venendo inquadrati secondo il Jobs Act, rimettendo a livello di anzianità.

Altre Notizie