Serie A, la cronaca di Crotone-Inter 0-2 1370 1 16-09

Serie A, la cronaca di Crotone-Inter 0-2 1370 1 16-09

Serie A, la cronaca di Crotone-Inter 0-2 1370 1 16-09

Si apre con l'anticipo delle 15:00 la quarta giornata di Serie A.

Uno, due, tre. Sono i tuffi di Handanovic a salvare l'Inter dalla più inattesa delle brutte figure: a Crotone, i nerazzurri rallentano paurosamente la propria corsa sul piano del gioco e conquistano il bottino pieno (0-2, il verdetto) solo grazie alle parate del portiere sloveno e ai guizzi, nel finale, di Skriniar e Perisic. "Essersi adattati a tutto questo è un sintomo di grandissima qualità". I padroni di casa sono messi molto bene in campo e l'Inter fatica moltissimo a costruire occasioni da gol, anche se al 28' è Joao Mario ad avere una grossa chance: il portoghese, servito da Perisic sugli sviluppi di un contropiede innescato da un ottimo recupero di Borja Valero, colpisce in diagonale mettendo di pochissimo a lato.

La ripresa vede il Crotone ripartire a ritmo sostenuto, sempre con Tonev che viene stoppato da Handanovic.

Luciano Spalletti che sceglie di non cambiare nulla rispetto alla squadra che ha battuto domenica scorsa la Spal. La classifica non ci interessa, abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Quei palloni che ci sono costate ripartenze difficili da sbrogliare nascono perché hanno provato a fare la partita lì, sfruttando le nostre difficoltà. Il momento decisivo arriva all'82esimo: Skriniar sbaglia la punizione (contestata dai calabresi) ma al secondo tentativo colpisce e manda in rete. I pitagorici sembrano averne di più, ma non hanno fatto i conti con il fattore calci piazzati: ne guadagna uno quasi sulla linea di fondo Nagatomo all'82', sulla battuta Vecino di testa rimette in mezzo, Milan Škriniar è contrastato sul primo tiro ma la palla resta lì e lo slovacco di punta, forse con deviazione di Cabrera, trova l'angolo giusto per battere Cordaz. "Meglio di Rudiger? Skriniar è un po' diverso, ma è meglio non averli avversari".

Altre Notizie