Roma, il ritorno di Florenzi: "Inizia una nuova vita"

Eusebio Di Francesco

Eusebio Di Francesco

Si, contro l'Inter siamo stati sfortunati.

Tre punti in palio: la risposta di cui la Roma ha bisogno dopo una settimana di giornate intense dal punto di vista della dialettica? Florenzi va sul fondo, sterza e manda a vuoto il diretto avversario, poi con un sinistro precisissimo pesca sul secondo palo Dzeko, che deve solo insaccare a due passi dalla linea di porta. Potrebbe essere della partita anche il nuovo acquisto Patrik Schick.

La Roma inizia a far vedere alcune trame di gioco del suo mister Eusebio Di Francesco.

Naturale poi la domanda su Schick che è entrato nell'ultimo quarto d'ora di gara:"In questo momento sta lavorando, sia da prima punta che da esterno dato che ha delle caratteristiche che mi permettono di modificare l'assetto di gioco". E ancora lui, da centravanti "aristocratico" qual è, resta in piedi dopo un fallo da rigore più espulsione provando a calciare e si fa respingere il tiro da Nicolas. Ci vorrà tempo, ma a Roma di tempo c'è n'è poco: "speriamo che ce ne servirà poco".

Quindi tuoni, fulmini e nubifragio che arriva puntuale ma Nainggolan cammina sulle acque e al 22′ segna lo strameritato vantaggio con inserimento da dietro e assist di El Shaarawy. "Il negativismo c'è, ma io cercherò di ribaltarlo con il lavoro sul campo - ha assicurato Di Francesco - Se sento la negatività di cui parla Pallotta?". E' il classico giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere e che risolve i problemi di formazione: non il classico tappabuchi che è in grado di fare tutto così così, ma un jolly di lusso che ovunque piazzato interpreta il ruolo assegnatogli al meglio. La pioggia cala e Dzeko, premiato prima della gara col riconoscimento Aic da Damiano Tommasi per il titolo di capocannoniere dell'anno scorso, timbra il cartellino per il raddoppio andando a ringraziare Florenzi che gli pennella il pallone sulla testa. La tensione c'è ma da ieri è positiva.

Altre Notizie