Oliverio chiude il cantiere: "La Calabria sia la nostra bussola"

Minniti Unical5

Minniti all'Unical: “Da qui si guarda l'Italia e l'Italia in questi giorni ha guardato la Calabria” (FOTO)

E' chiaro che oggi abbiamo la necessita' di utilizzare le risorse che abbiamo programmato, consistenti: oltre 9 miliardi di euro tra Por, risorse comunitarie, allocate nel Patto per la Calabria, Pon; programmi settoriali, ancora, come quello delle infrastrutture, un grande programma che permetterà di modernizzare il sistema infrastrutturale.

"Noi calabresi siamo molto coesi quando siamo fuori della Calabria, molto meno quando siamo in Calabria". Questo è tipico delle minoranze etniche, ma adesso dobbiamo fare uno sforzo e passare dalle identità di minoranza alla volontà di rappresentanza un pezzo grande dell'Italia. "La Calabria è l'Italia e l'Italia è la Calabria.".

Lo stesso Ministro, assieme ala Presidente della Regione Mario Oliverio, ha concluso oggi i tre giorni di "Cantiere Calabria". A Palazzo Campanella è lui a dirigere l'orchestra, mentre la sfilata di ministri cui si è assistito nella tre giorni ospitata all'Università della Calabria, "non solo una passerella" come Oliverio ha tenuto a precisare, denota un rapporto di stretta fiducia e collaborazione con Roma. Ma non e' possibile fare questo perche' la macchina pubblica non si puo' fermare per essere aggiustata e proprio per questo stiamo facendo una operazione in Calabria, un tentativo. E con quest'animo, non esiste ambito, non esiste segmento della nostra vita quotidiana che non possa essere riformato. Su questo si vince o si perde la sfida. - Creare posti di lavoro deve essere la nostra ossessione, perchè non possiamo far nulla se uno su due di noi non ce la fa. Da oggi parte la fase della realizzazione che deve tenere insieme "due parole chiave, lavoro e legalità". "L'obiettivo è quello di pensare ai calabresi, creando lavoro e sviluppo per la Calabria". "Se vogliamo affrontare il tema dello sviluppo e della crescita dobbiamo affrontare il tema della 'ndrangheta, non per contenerla, non per tenerla a freno ma per sconfiggerla". "Siamo al centro del Mediterraneo". Il nostro compito è conservarla e valorizzarla. Abbiamo messo in liquidazione mulini come Calabria etica, Calabresi nel mondo, Ardis, Field, quei mulini che hanno macinato risorse, sprecato energie ed alimentato spesso la clientela e il malaffare.

"Sono contento di parlare - ha esordito il Ministro dell'Interno Minniti - con i miei corregionali". "Un'Italia forte - ha proseguito - deve misurarsi con l'idea di presentarsi come un Paese unito". Abbiamo sottoscritto un Protocollo con quest'ultimo, abbiamo destinato 128 milioni di euro per l'alta formazione e per consentire ai nostri giovani ed alle nostre ragazze di poter esercitare il diritto allo studio anche in conseguenza del fatto che i tagli che nel corso di questi anni sono stati inferti al sistema universitario pure in conseguenza della crisi, hanno prodotto in particolare nel sistema universitario meridionale e nelle università calabresi una condizione di difficoltà più accentuata. Nei prossimi quindici anni il punto cruciale sarà il rapporto tra l'Europa e L'Africa, e la Calabria è nel mezzo, il ponte naturale. "Se l'Africa sta bene, l'Europa starà bene, se l'Africa sta male, l'Europa starà male". Il progresso il cambiamento reale è sempre stato dentro una visione. Ha sostenuto Marco Minniti.

"Devo comunicarvi- ha informato il Presidente Oliverio rivolto alla affollatissima sala- che nella tavola rotonda di ieri sul turismo è stato fornito un dato ufficiale: la Calabria quest'anno ha stabilito un record, dagli ultimi vent'anni, per quanto riguarda le presenze turistiche". La politica deve comprende che le parole si sono logorate e deve dare maggiore rilievo ai fatti, piuttosto che alle parole. Abbiamo avviato un processo di modernizzazione perche' la Calabria possa uscire dalla perifericita', perche' l'accessibilita' alla nostra terra e' la prima condizione per poter uscire da una condizione di isolamento, potere offrire e offrirsi come opportunita' per gli investitori, ma anche per coloro i quali hanno la curiosita' che li spinge a venire in questa regione. Lo ha detto il vicepresidente nazionale di Confagricoltura Nicola Cilento, intervenendo a "Cantiere Calabria", la tre giorni di confronto sui progetti e sui "lavori in corso", organizzata dal governo regionale, che si è tenuta presso l'Università ad Arcavacata-Rende (Cosenza).

Nel suo intervento il ministro dell'Interno Marco Minniti ha detto che "queste iniziative sono importanti, ma dovete e dobbiamo pensarla come una sfida democratica".

Altre Notizie