Il mondo del calcio piange Eugenio Bersellini: guidò l'Inter allo Scudetto

Lutto in casa Inter: si è spento Bersellini, allenatore campione d'Italia nel 1979/80

Lutto nel mondo del calcio: è morto Eugenio Bersellini, scudettato con l'Inter nel 1979-1980

Si è spento a Prato, all'età di 81 anni, Eugenio Bersellini, ex allenatore dell'Inter dal 1977 al 1982.

Nato nel parmense, a Borgo Val di Taro, dopo una breve carriera da giocatore condotta in Lombardia (Pro Patria, Brescia, Monza) e chiusa a Lecce, Bersellini divenne un allenatore di successo e lunghissimo corso, divenuto famoso grazie ai propri metodi bruschi, ma efficaci e sinceri, da cui il soprannome di 'Sergente di Ferro'. Bersellini guidò la squadra dove non era mai arrivata dai tempi di Ravano, ovvero al quarto posto, ma soprattutto alla conquista del primo trofeo, quella Coppa Italia sigillata anche dal gol in un Ferraris ribollente di gioia e passione, di un ragazzo di buona famiglia arrivato da Cremona: Gianluca Vialli. Sulla panchina delle "merengues" c'era Vujadin Boskov: un ponte ideale tra chi avrebbe iniziato il lavoro di arricchimento della bacheca sampdoriana e chi lo avrebbe completato (Coppa Italia 93-94 di Eriksson a parte) con tanti trofei indimenticabili. Il suo debutto risale agli anni '60. Poi sempre in serie A con Fiorentina (1986-1987), Avellino (1987-1988) e Ascoli. Nel 2001 lascia la nazionale per allenare il club del Al-Ahly, nel 2002, passato alla società Al-Ittihad vince il campionato di calcio libico allenando tra gli altri Al-Sàadi Gheddafi.

Lutto nel mondo del calcio.

Altre Notizie