Handanovic: "A Crotone tutto è imprevedibile. L'Inter ha saputo soffrire"

Serie A, Crotone-Inter 0-2: la squadra di Spalletti beffa nel finale i calabresi [FOTO]

Inter, Skriniar: “Contento per il primo gol, vincere era davvero importante”

Regina (almeno) per una notte.

L'Inter fatica molto più del previsto ma negli ultimi dieci minuti di gioco riesce a battere il Crotone segnando con Milan Škriniar e di nuovo Ivan Perišić. La banda Nicola resta a quota zero, ed è l'unica in A a non aver ancora realizzato un gol. Tutto confermato, invece, per Spalletti: stesso undici titolare schierato nel turno precedente con la Spal, 150.a per Icardi in Serie A. A centrocampo la coppia è formata da Gagliardini e Borja Valero, mentre Joao Mario agisce alle spalle di Mauro Icardi. Tradizionale 4-4-2 per Nicola che recupera Tonev e lo affianca a Budimir nel tandem d'attacco. Conta la squadra, non i singoli. Prima dell'intervallo Crotone minaccioso con un bolide mancino di Martella che manca di un soffio lo specchio. Un risultato che punisce oltremisura un ottimo Crotone. Spalletti richiama l'opaco Gagliardini e si affida a Vecino, poi tocca all'acciaccato Dalbert lasciare spazio a Nagatomo.

Cambia poco nella ripresa, l'Inter non trova i guizzi giusti, ed allora ci vuole un attento Handanovic a mettere una pezza prima a tu per tu con Tonev, poi su un colpo di testa ravvicinato di Rohden lasciato solo dai centrali nerazzurri. A poco meno di 10' dal termine, sugli sviluppi su un calcio d'angolo, Skriniar la butta dentro dopo una batti e ribatti, sancendo così una vittoria soffertissima da parte dei nerazzurri. Con questo trionfo l'Inter si proietta in solitaria in vetta alla classifica (in attesa delle sfide di Juventus e Napoli), con 12 punti guadagnati sui 12 disponibili. Un gol sporco, quasi casuale e probabilmente con una deviazione, ma quanto basta per far cambiare in maniera definitiva lo 0-0 di partenza e dare ai nerazzurri tre punti pesantissimi per rimanere in testa a punteggio pieno.

Altre Notizie