Terrorismo, allarme in Italia. Milano, rubato materiale incendiario dopo i furgoni Dhl…

Terrorismo uno dei furgoni Dhl rubati avvistato a Milano

Milano: antiterrorismo a caccia del furgone rubato in magazzino Dhl

Viene definito "anomalo" dall'Antiterrorismo il furto messo a segno in una ditta milanese di circa trenta chilogrammi di materiale incendiario.

Dopo gli attentati con investimenti di massa avvenuti nell'ultimo anno e mezzo in molte città europee, il capo della polizia ha chiesto una particolare attenzione verso tutti i furgoni e i camion sospetti, e ha imposto di segnalare tutti i furti di mezzi pesanti per poter condividere subito le informazioni in tutta Italia. A far scattare l'accelerazione nelle indagini è stata, mercoledì sera, poco dopo le 21.30, una telefonata al 112 da parte di un dipendente della Dhl che ha riferito di averne visto uno, riportata da alcuni quotidiani. Quando però sono arrivate sul posto le pattuglie di polizia e carabinieri, il mezzo si era già dileguato. Oltre a quello scomparso da Milano, gli altri due furgoni Dhl sono stati rubati a Pavia e a Carpignano, in provincia di Pavia: entrambi nella stessa notte, quella tra il 5 e il 6 settembre. Per quanto riguarda il caso di Milano, comunque, gli investigatori al momento non escludono la possibilità che i mezzi siano stati rubati per altri motivi, come ad esempio l'organizzazione di una rapina o il trasporto di droga, o più semplicemente su commissione per dei pezzi di ricambio.

La caccia, quindi, continua anche se non c'è nessuna certezza che quei tre Ducato possano essere in qualche modo collegati a una minaccia terroristica. Uno di questi era stato segnalato nella zona del quartiere Corvetto ma le ricerche non avevano avuto esito.

Altre Notizie