Spalletti estasiato dalla sua Inter: "Vittoria sintomo di adattabilità e qualità"

Inter una clausola record per blindare Icardi

Getty Images

Queste le dichiarazioni di Luciano Spalletti nel post partita di Crotone-Inter, match valevole per la quarta giornata del campionato di Serie A 2017-18.

L'allenatore nerazzurro ha inoltre fatto una battuta sul nuovo look di Maurito, passato recentemente al biondo platino: "I miei calciatori si possono comportare come vogliono, l'essenziale è che non disturbino il lavoro di squadra". "Questo adattamento è fondamentale per la crescita". Perisic tornato protagonista: "Non ho toccato con lui delle corde in particolare: le grandi squadre ragionano così, sono pronte a farsi carico delle difficoltà dei compagni". Lo fa all'Inter, lo fa prima (grazie al calendario) della concorrenza e così si ritrova primo in classifica da solo, seppur temporaneamente (non accadeva da gennaio 2016): "Non ci facciamo turbare dalla classifica, che poteva essere diversa". In queste prime partite ha fatto dei rientri difensivi importanti.

Arrivano buone news Inter da Crotone: i nerazzurri battono 2-0 la squadra di Nicola e volano al primo posto in classifica. All'inizio provavamo a costruire per sfruttare l'uomo in più a centrocampo, i terzini dovevano andare più alti degli esterni. Bisogna saper attendere il momento giusto, concedere poco. Specialmente l'italo brasiliano, anche se non titolare, sembra essere tornato quello della Sampdoria, dopo gli anni buoi con Mancini e Pioli che l'avevano relegato anche ai margini della nazionale. "Quando ci pressavano, anche Mauro è venuto indietro, a metà strada, perchè i centrocampisti devono poterlo trovare tra le linee, ed era lì che dovevamo prendere vantaggio". Inter del futuro? Abbiamo già creato dei problemi alla Primavera di Stefano (Vecchi, ndr) perché gli abbiamo tolto Vanheusden che era il leader della difesa che si allena stabilmente con noi.

Altre Notizie