M5S: Salvini senza soldi ma i partiti hanno rubato miliardi

Consip, Salvini: 'Renzi? Controlla tutto e si lamenta'

M5S: Salvini senza soldi ma i partiti hanno rubato miliardi

"Quello che sta andando in scena tra Salvini che grida al 'complotto' per la confisca di 48 milioni di euro per la vicenda 'diamanti & Tanzania' e Renzi che accusa il Carroccio di essere 'ladri' è il teatrino degli ipocriti".

Quanto alla imminente scelta on line del prossimo candidato premier M5s, "i Cinque stelle - ha detto il leader Pd- si accinge ad una forma di consultazione online con tutti i problemi e i pericoli che abbiamo visto arrivare da quel mondo lì, anche solo per i problemi legati alla conservazione dei dati che riguardano il diritto alla riservatezza di una persona". Il Pd di Matteo Renzi resta inchiodato al 25,4 per cento (in leggera crescita). "A questi si aggiungono finanziamenti opachi tramite le varie Fondazioni politiche", hanno poi continuato i "Grillini".

"Quei due sono veramente dei matti e le loro intercettazioni sono state fatte con i piedi" ha detto al Csm la Musti in riferimento alle indagini condotte sul caso Consip dal colonnello del Noe, Sergio De Caprio (il famoso capitano Ultimo che vent'anni fa arrestò Totò Riina) e dal capitano Giampaolo Scafarto" che lavoravano per il Pm di Napoli Henry John Woodcock e di cui diede conto, in violazione del segreto istruttorio, il "Fatto quotidiano". Vogliamo parlare della legge Boccadutri che stanzia soldi ai partiti senza controlli? Nella commissione Renzi inserisce anche altri nomi, come il capo delegazione Matteo Orfini, colui che nel Pd si è più esposto sul tema banche, e altri suoi fedelissimi come Bonifazi e Marcucci. Non si preoccupi. Li può chiedere all'attuale presidente della Lega Umberto Bossi. "Oppure faccia come il Movimento 5 Stelle, che ha rinunciato a decine di milioni di euro e auto-finanzia incontri e campagne elettorali con micro-donazioni dei cittadini".

Altre Notizie