Barcellona, resa clamorosa di Piqué: ammissione da incubo blaugrana

Il Real Madrid vittorioso

Il Real Madrid festeggia la vittoria in Supercopa

"La stagione è molto lunga e abbiamo margini di miglioramento. Dobbiamo vivere con la sconfitta ed accettare che il Real Madrid è al momento migliore di noi", ha detto. Lo confermano anche le parole di Gerard Piqué nel post partita, che, da primo anti-madridista, ha dovuto ammettere la superiorità dei rivali: "Non è stata una delle notti peggiori: fu peggio la partita contro l'Olanda". In nove anni che sono qui, è la prima volta che mi sento inferiore al Madrid.

Una frase che deve essergli costata uno sforzo enorme, lui che per il Barcellona è quello che Sergio Ramos è per il Real Madrid: giocatori-bandiera, totem, ma anche primi tifosi, sempre pronti a beccarsi e a giocare di polemica, mica sempre e solo di fioretto.

"Non siamo nel momento migliore sia come una squadra che come un club". "Non pensavamo che loro avrebbero giocato con tre punte, invece l'hanno fatto, ci hanno pressati alti fin dall'inizio e hanno segnato subito -sottolinea il difensore del Barcellona-". Non si può sempre vincere, sono in atto dei cambiamenti e bisogna comprenderli. Infine sui probabili arrivi di Coutinho e Dembelé sottolinea: "Loro ci consentirebbero di alzare il nostro tasso tecnico, saremmo più competitivi".

Altre Notizie