Palermo, sequestrati beni per due milioni a un narcotrafficante

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo hanno sequestrato beni per un valore complessivo di 2 milioni di euro, a Calogero Rizzuto, classe 1952, e al suo nucleo familiare. L'uomo era stato arrestato lo scorso gennaio per conto di un provvedimento preso dalla direzione antimafia di Catanzaro che lo accusava di rapporti privilegiati con alcuni esponenti di cosa nostra siciliana e per traffico internazionale di stupefacenti.

Secondo gli inquirenti, Rizzuto ha investito i proventi illeciti del traffico di droga in attività commerciali di pregio sia a Roma sia a Rho (Miano) e le ha fittiziamente intestate ai propri familiari. - infoitestero: Traffico di droga e contatti con la mafia Sequestrati beni per due milioni di euro (MeridioNews - Edizione Palermo)...

Ma il trafficante già nel 2005 era conosciuto dalle forze dell'ordine, tanto da essere arrestato per traffici illeciti in compagnia anche di altre persone, tra cui Mario Adelfo (60 anni), ritenuto vicino alla famiglia mafiosa di Palermo Villagrazia. Tali risultanze hanno portato al sequestro, disposto dal Tribunale di Palermo - Sezione Misure di Prevenzione, di aziende, di rapporti finanziari e di immobili, tra i quali spiccano: una villa di ampie dimensioni con piscina e arredi di lusso, una ditta individuale esercente l'attività di barberia a Roma ed un ristorante della provincia di Milano.

Altre Notizie