Il doodle di Google sulla storia dell'hip hop

Oltre 40 anni fa la prima festa hip hop: il doodle di Google per creare vari mix

Il doodle di Google sulla storia dell'hip hop

Google ha deciso di celebrare con i suoi utenti una nuova ricorrenza.

Genova - Sono passati 44 anni dalla festa organizzata da Clive Cindy Campbell, alias dj Kool Herc, che a New York, in un 11 agosto del 1973 radunava nel Bronx diversi colleghi e proponeva i Block Party.

In Italia solo nel 2015 si sono svolti per la prima volta i mondiali di hip hop. Però la festa che il dj Kool Herc organizzò quella sera al 1520 di Sedgwick Avenue segnò un prima e un dopo e per molti versi fu la prima festa hip hop. Questi due DJ ebbero il merito di rendere popolarissimo l'hip hop in breve tempo in tutto il mondo, rivoluzionando il mondo della musica.

Il mixer con i due piatti del giradischi del doodle di oggi
Il mixer con i due piatti del giradischi del doodle di oggi

Il doodle ha il compito di diffondere la cultura hip hop e Perla Campos, dipendente Google che ha lavorato nel team che lo ha preparato, ha dichiarato che si è trattato di uno dei progetti più impegnativi a cui ha partecipato. Un'innovazione musicale di cui oggi non potremmo farne a meno.

La seconda fase del Doodle è quella i cui la voce di Fab 5 Freddy spiega quali sono gli strumenti base per produrre questo genere di musica, due piatti per i vinili e un mixer, e dà qualche indicazione su come usarli. Poi, per sbizzarrirsi, basta usare il cursore sui vinili per scratchare, modificare la velocità e mandarli avanti e indietro.

Tanti i nomi che in questi anni hanno reso celebre questo genere musicale: Grandmaster Flash fino ad arrivare a Snoop Dogg, Pharrell Williams, Lil Wayne, Puff Daddy e Nas, passando per Notorious B.I.G., Public Enemy, Dr. Dre, Run Dmc, Afrika Bambaataa & the Soul Sonic Force, Sugarhill Gang.

Altre Notizie