Gran Bretagna, software per i giornalisti per smascherare le fake news

Il programma è stato messo a punto da Full Fact, organizzazione dedicata al fact-checking delle notizie, e consentirà di verificare in tempo reale la veridicità delle dichiarazioni rilasciate dai politici in tv, sulla stampa e in Parlamento. Ammesso che il software antibufale testato dai giornalisti del Guardian funzioni davvero. Una fase sperimentale che riguarderà non solo il Regno Unito ma anche il Sud America e l'Africa, dove Full Fact collabora con gli omologhi locali Chequeado e Africa Check. Ciò è stato possibile grazie a 500.000 dollari di finanziamenti ricevuti da alcune figure di spicco tra cui l'imprenditore George Soros e il fondatore di eBay, Pierre Omidyar.

Per comprendere meglio l'entità del fenomeno, si rivelano adeguate le parole di Mevan Babakar, Product Manager dell'organizzazione che ha sviluppato questo nuovo software, che ha descritto questo progetto come la creazione di una sorta di sistema immunitario che riesca a respingere il numero sempre maggiore di notizie false che vengono diffuse online.

Una prima versione del sistema usa una database con migliaia di controlli di veridicità fatti manualmente, ma le versioni future saranno in grado di accedere automaticamente a dati ufficiali.

Altre Notizie