Violento nubifragio a Reggio Calabria, frana a Scilla: chiusa la SS 18

Maltempo: frane, fulmini e trombe d'aria su Calabria, Lazio e Sicilia

Meteo estremo: in Calabria alluvione lampo

Un violento nubifragio si è abbattuto questa mattina in provincia di Reggio Calabria.

Al momento per le strade di Scilla stanno intervenendo i Vigili del Fuoco.

Nemmeno il tempo di accantonare l'emergenza incendi, a dover fare i conti con un'ulteriore criticità. Scilla, nota località turistica, è stata letteralmente devastata da una vera e propria alluvione-lampo.

Ha operato, inoltre, per tutto il turno diurno la squadra boschiva di cinque unità (impiegata a Scilla) più una unità DOS (direttore operazioni di spegnimento) con autista e una unità di sala operativa, attivati a seguito convenzione stipulata con la Regione Calabria ed in vigore dall'8 luglio. La strada è stata riaperta dopo alcune ore, mentre altri disagi sono stati registrati nella zona di Villa San Giovanni. Molti ettari di pomodori, frutteti e vigneti sono stati completamente distrutti dalle trombe d'aria accompagnate da pioggia violenta e grandine in Basilicata dove è stato chiesto lo stato di calamità dopo che in Brianza la caduta di grandine ha devastato il 60% del mais, crivellato zucche con chicchi come biglie di grandine e danneggiato campi di pomodoro, peperoni e melanzane. Situazione critica a Scilla dove alcune macchine sono state letteralmente trascinate via dall'acqua mista a fango.

Maltempo: frane, fulmini e trombe d'aria su Calabria, Lazio e Sicilia
Maltempo in Calabria, piogge torrenziali. Situazione critica a Scilla, chiusa la Statale 18 (FOTO)

Emergenza maltempo dalle prime luci dell'alba in Calabria. Il maltempo ha causato anche una frana sulla statale 18 nel tratto tra Scilla e Bagnara Calabra che è stato chiuso al traffico.

Il lucernario della chiesa madre della frazione superiore di Caulonia è stato lesionato da un fulmine che, oltre a colpire la chiesa, ha innescato un incendio che ha interessato il sotto tetto della chiesa.

Il clima sarà gradevole con temperature nella norma e senza afa grazie a una breve fase in compagnia dell'Anticiclone delle Azzorre. Si profila dunque l'arrivo della quarta ondata di caldo della stagione.

Altre Notizie