Mondiali di nuoto: Flamini e Minisini d'oro nel sincro

FLAMINI E MINISINI/ Medaglia d'oro ai Mondiali di nuoto nel misto tecnico sincronizzato

Nuoto sincronizzato, ai Mondiali di Budapest arriva il primo oro azzurro

Sono le parole del musicista Michele Braga, all'Adnkronos, che ha composto il brano 'A scream from Lampedusà che fotografa il dramma, l'amore e la speranza di tante famiglie che ogni giorno fuggono dall'odio della guerra, dalla piaga della fame e dalla persecuzione politica e religiosa, e le cui note hanno accompagnato Giorgio Minisini e Manila Flamini nel conquistare la medaglia d'oro ai Mondiali di nuoto nel duo misto sincronizzato. È anche la prima medaglia d'oro azzurra ai Mondiali di nuoto di Budapest 2017. Con il punteggio di 90,2929 punti superano la coppia russa, Mikhaela Kalancha e Alexsandr Maltsev (90,2639).

L'affinità tra i due è stata perfetta e per tre decimi si sono piazzati davanti alla coppia favorita che sta facendo, come sempre, incetta di medaglie: la Russia. Giorgio Minisini e Manila Flamini conquistano il titolo iridato a distanza di due anni dal bronzo ottenuto a Belgrado. La medaglia della prima volta è figlia dei nostri giorni, è influenzata dal dramma dei migranti. Il 38enne sirenetto americano per anni ha girato il mondo perorando l'ingresso degli uomini nel nuoto sincronizzato. Il sogno che diventa desiderio da realizzare è quello del nuoto sincronizzato azzurro, che in 17 lunghissimi Mondiali aveva macinato quinti e sesti posti, oltre ai bronzi di Beatrice Adelizzi (Roma 2009) ed al bis da 3° posto di Giorgio Minisini nell'esordio del duo misto a Kazan 2015: mai un argento, mai un oro, risultato ritenuto irraggiungibile per anni.

Altre Notizie