Parigi: con auto su furgone polizia, arrestato

L'intervento della polizia agli Champs-Elysées

Parigi, auto contro camion polizia sugli Champs-Elysées

Il quartiere degli Champs-Elysées è stato isolato nel pomeriggio di oggi, lunedì, dopo che uno sconosciuto si è scagliato con la sua auto contro un furgone della gendarmeria. Secondo quanto riferito dalle autorità non ci sono vittime.

Secondo il quotidiano Le Parisien, si trattava di 31enne nato ad Argenteuil, in Val-d'Oise, già noto ai servizi di intelligence. Foto dell'aggressore "a terra, privo di sensi" sono circolate fin da subito dopo l'attacco sul web. A bordo del veicolo c'erano alcune bombole di gas, che hanno provocato l'esplosione. Fonti degli Interni hanno confermato si tratta di "terrorismo". Non risultano feriti, la polizia ha poi fatto sapere che "La situazione è sotto controllo". "La Francia ha bisogno dello stato di emergenza". Per motivi di sicurezza, ovviamente, sono state chiuse le fermate della metro circostanti, in questo caso la Champs-Elysées Clemenceau. Sul luogo sarebbero all'opera anche gli artificieri per escludere la presenza di ordigni.

L'unità anti-terrorismo della procura parigina ha comunicato di aver aperto un'inchiesta su quanto accaduto a breve distanza dal palazzo presidenziale dell'Eliseo e dall'ambasciata Usa. Secono la stessa fonte, l'attentatore aveva "diverse armi e munizioni".

Nel 2001 era stato condannato a vent'anni per il tentato omicidio di due poliziotti ma non scontò tutta la pena, anzi gli furono abbonati dieci anni!

Attentato nelle ultime ore a Parigi, e nuovamente nella via più nota della capitale francese: gli Champs-Elysees.

Altre Notizie