Parigi, auto contro polizia sugli Champs-Élysées. Morto terrorista

L'intervento della polizia agli Champs-Elysées

Parigi, auto contro camion polizia sugli Champs-Elysées

Il terrorista che ha agito mettendo a segno l'attentato non si sarebbe avvalso dei complici. Un uomo è andato volontariamente a sbattere con la sua vettura su un veicolo della polizia francese che si trovava in prossimità di piazza Marigny, nell'ottavo arrondissement di Parigi.

Momenti di panico a Parigi, sugli Champs-Elysées, dove un'auto si è deliberatamente schiantata contro una camionetta della gendarmerie, esplodendo poco dopo l'urto. Secondo fonti di polizia all'interno dell'auto c'erano delle bombole di gas, un kalashnikov e delle pistole. Un importante dispositivo di sicurezza è stato dispiegato dalla prefettura che ha raccomandato di evitare l'area.

Paura sugli Champs-Elysées. Un automobilista si è lanciato contro un furgone della polizia. A seguito del'impatto, il mezzo ha preso fuoco ed è scoppiato un'incendio. Secono la stessa fonte, l'attentatore aveva "diverse armi e munizioni". Ferito il conducente, che è stato arrestato. Per motivi di sicurezza è stata chiusa anche la fermata della metro Champs-Elysées Clemenceau. Lo riferisce il quotidiano Le Parisien, secondo cui è nato nel 1985 ad Argenteuil (Val-d'Oise), vicino a Parigi. L'individuo era noto alle forze d'intelligence e schedato con la lettera S, sigla riservata ai sospetti radicalizzati.

Altre Notizie