Panico al concerto di Justin Bieber, spettatori in fuga

La 'banda del peperoncino' ha colpito di nuovo, questa volta durante il concerto di Justin Bieber agli I-Days di Monza.

Una piccola porzione di fan si è agitata e ha iniziato ad allontanarsi dall'area della manifestazione, correndo via e scavalcando le transenne per fuggire. Un biglietto scontato valido più giorni (c'er "negli anni scorsi quando il Festival si doveva fare le ossa), un'accoglienza che vada oltre la musica, parcheggi a prezzi convenzionati (si arrivava a 30 euro e più), il sistema dei token (per mangiare o bere si dovevano comprare gettoni non rimborsabili con taglio minimo 15 euro) da rivedere da zero".

Due ragazze sono rimaste contuse in modo lieve e sono state soccorse dal 118 dopo che, nella parte finale del concerto di Justin Bieber al Parco di Monza. Una ha riportato una leggera distorsione della caviglia ed è stata medicata sul posto. Mentre la sicurezza è prontamente intervenuta per tranquillizzare i presenti e riportare la calma. In una serata sottolineata da cori e ovazioni senza sosta sono state le ispirazioni dance di brani come 'Where Are Ü Now', realizzata con Skrillex e Diplo, e 'Get Used To It' a conquistare particolarmente una platea che arrivando a 50mila presenze (dato degli organizzatori) ha superato le previsioni iniziali.

Un'esperienza ormai rodata che affonda le basi sul know how quasi ventennale di Indipendente Eventi e Concerti, che - con il format degli Independent Days, la cui prima edizione risale all'ormai "lontano" 1999 - ha portato nel Belpaese artisti come i Muse, Arcade Fire, Manu Chao, Queens Of The Stone Age e molti altri.

Altre Notizie