Moda, è morta la stilista Carla Fendi

Morta Carla Fendi, una vita per la moda e l'arte. Marini: «Grazie a nome dell'Umbria»

Carla Fendi addio, morta la stilista

Carla Fendi, attualmente ricopriva il suolo di presidente onorario del Gruppo Fendi, ha legato la sua vita allo storico marchio al cui successo ha contribuito con le quattro sorelle. La donna è morta oggi a 80 anni dopo una lunga malattia.

Una vita al servizio della moda: Carla entra nell'azienda di famiglia alla fine degli anni '50, ancora giovanissima, per lavorare a fianco delle sorelle Paola, Anna, Franca e poi Alda. Era passata dall'amministrazione alla progettazione e dagli anni sessanta si era dedica anche al settore delle relazioni pubbliche aiutando il marchio del made in Italy a espandersi all'estero.

Con la crescita dell'azienda, Carla Fendi, pur continuando a collaborare alla creazione si occupa in modo specifico della comunicazione, dall'ufficio stampa, alla pubblicita', all'immagine, alle manifestazioni.

La donna era da tempo molto malata ed è venuta a mancare all'affetto dei suoi cari nella sua casa di Roma. Erano gli anni del maestro Giancarlo Menotti e mentre il Festival dei due Mondi diventava uno degli eventi piu' importanti della cultura italiana, Carla Fendi, nel suo ruolo di responsabile della comunicazione, sceglie di legare il marchio Fendi alla manifestazione. Un coinvolgimento che matura di anno in anno e che si consolida attraverso una bella e preziosa amicizia con il Maestro Giancarlo Menotti. Combattiva e determinata, Carla Fendi era nota anche per il suo supporto all'artigianato, alle arti ed al sociale, i tre punti cardini su cui aveva creato la Fondazione che portava il suo stesso nome. Con questo spirito, la Fondazione promuove eventi allo scopo di preservare eccellenze artistiche del passato e di promuovere personalità emergenti. Sono "Operazioni di puro mecenatismo - precisava Carla Fendi - non sponsorizzazioni". L'ex sindaco di Roma, Francesco Rutelli, ricorda le esperienze condivise con lei e che definisce meravigliose. "La sua fedeltà alle radici e alle virtù del grande artigianato italiano ne ha fatto una protagonista mondiale".

Altre Notizie