Minniti contestato a Università Calabria

Il ministro Minniti contestato all'Università della Calabria

Il ministro Minniti all'Unical per parlare di intelligence, partono le contestazioni

"Decoro e legalità, via Minniti dalle città": questo lo striscione che ha accolto il ministro dell'Interno Marco Minniti all'Università della Calabria dove ha partecipato alla giornata di studi sul tema "Intelligence: a dieci anni dalla riforma. Risultati, questione aperte, prospettive", che si svolgerà all'Università della Calabria a Rende lunedì 19 giugno 2017, dalle ore 9.30 alle 17.30presso l'Aula magna "Beniamino Andreatta". A protestare una sessantina di ragazzi dei centri sociali e immigrati, che contestano il decreto Minniti-Orlando.

È stato duramente contestato il ministro dell'Interno, Marco Minniti. Molti i cartelli e gli striscioni che inneggiano al diritto all'accoglienza e contro la discriminazione razziale. Un docente precario, che aveva in mano un documento che voleva essere "un foglio di via" simbolico per il ministro, e' entrato all'improvviso, bloccato subito dalle forze dell'ordine.

Imponente lo schieramento di forze dell'ordine predisposto, con l'intervento anche di unità cinofile e tiratori scelti. Marco Minniti, al suo arrivo, non ha rilasciato alcuna dichiarazione alla stampa.

"La sicurezza nazionale, come dice la parola stessa, è una questione che riguarda tutti, non deve mai diventare elemento di scontro o di tensione politica", ha detto il ministro nel corso del seminario, organizzato dal Centro di documentazione scientifica sull'Intelligence dell'Unical, dove ha rimarcato l'importanza del controllo del territorio come unica vera arma per contenere il terrorismo.

Altre Notizie