Lutto nel mondo della moda, morta la storica stilista Carla Fendi

Le sorelle Fendi nel loro atelier in via Borgognona da sinistra Anna Franca Paola Carla e Alda in una immagine di archivio

Morta Carla Fendi, una vita per la moda e l'arte. Marini: «Grazie a nome dell'Umbria»

La scorsa notte si è spenta a Roma Carla Fendi.

È morta a 80 anni Carla Fendi, uno dei pilastri dello storico marchio italiano e presidente onorario di Fendi.La donna era da tempo molto malata ed è venuta a mancare all'affetto dei suoi cari nella sua casa di Roma.

Fin dagli Anni '50, Carla Fendi inizia a lavorare assieme alle sorelle Paola, Anna, Franca e Alda.

L'azienda continua a crescere e a svilupparsi, Carla Fendi continua a collaborare alla creazione ma si occupa in modo specifico della comunicazione, dell'ufficio stampa, della pubblicità, dell'immagine, delle manifestazioni legate al marchio. Le dobbiamo tantissimo, specialmente da quando, con l'istituzione nel 2007 della Fondazione Carla Fendi, le sue proposte e i suoi progetti per Spoleto hanno subito un'accelerazione che ha portato, come atto culminante, al recupero del Teatro Caio Melisso, da allora intitolato a lei. Un coinvolgimento che matura di anno in anno e che si consolida attraverso una bella e preziosa amicizia con il Maestro Giancarlo Menotti. Carla cominciò la sua avventura nel mondo della moda, cominciando a occuparsi dell'amministrazione dell'azienda di famiglia, passando poi alla progettazione e alla cura delle relazioni pubbliche. Oltre al Festival dei Due Mondi, la Fondazione sostiene dal 2010 l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia in qualità di socio mecenate. "Siamo come le cinque dita di una mano, diceva sempre nostra madre, ognuna ha la sua funzione" amava ripetere, per far capire come anche le sue sorelle avessero la loro parte di responsabilità e di merito del successo dell'azienda. Ex farmacista nato in Toscana, aveva abbandonato la sua carriera sposando la "sua Carla" ed entrando nel clan Fendi nei panni del "marito consigliere" per il designer e l'organizzazione degli eventi, per 55 lunghi anni. Speroni si è spento nel 2013 dopo una breve malattia, solo qualche anno dopo il festeggiamento delle nozze d'oro con l'orchestra di Arbore e 400 ospiti.

Altre Notizie