Lutto nel mondo della moda, è morta Carla Fendi

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

La stilista aveva 80 anni ed era rientrata da poco tempo nella sua residenza romana, a Palazzo Ruspoli.

Con la scomparsa di Carla Fendi, presidente della Fondazione omonima e presidente onorario della griffe di adozione francese, visto che da anni appartiene al Gruppo LVMH, il made in Italy perde un'altra sua pioniera, un'altra artefice del successo della moda italiana nel mondo.

Fin dagli Anni '50, Carla Fendi inizia a lavorare assieme alle sorelle Paola, Anna, Franca e Alda.

Cordoglio dall'Umbria "La morte di Carla Fendi ci addolora tutti - afferma la presidente Catiuscia Marini -". Proprio insieme a loro aveva lavorato a lungo nella progettazione al fianco di Karl Lagerfeld. "Come le cinque dita di una mano, ognuna ha la sua funzione", ripeteva alle figlie mamma Adele, il cui laboratorio di pellicceria si sarebbe trasformato in uno dei marchi di moda più famosi del mondo.

Da sempre amante, insieme al marito Candido, di arte e musica, nel 2007 aveva creato la Fondazione Carla Fendi che opera con azioni di mecenatismo allo scopo di supportare le arti, l'artigianato e il sociale. A lei si deve l'internazionalizzazione del marchio Fendi e la sua conquista dei mercati esteri, in particolare dell'America. Con la crescita e lo sviluppo dell'azienda Carla Fendi, pur continuando a collaborare alla creazione, si è occupata in modo specifico della comunicazione, della pubblicità, dell'immagine, delle manifestazioni. Un coinvolgimento che matura di anno in anno e che si consolida attraverso una bella e preziosa amicizia con il Maestro Giancarlo Menotti.

Aveva sposato il toscano Candido Speroni, di professione farmacista, nel 1960 e con lui ha formato per anni e anni una delle coppie più affezionate e unite del fashion tanto che Speroni aveva lasciato per starle vicino anche in azienda la sua professione.

"Addio a Carla Fendi". Speroni si è spento nel 2013 dopo una breve malattia.

Altre Notizie