Campobasso, Giornata mondiale del rifugiato: il programma delle iniziative

Onu, nuovo record di rifugiati: 65,6 milioni nel mondo

Onu: 65,6 mln gli sfollati e rifugiati nel 2016, nuovo record

"Tante vite un solo coraggio", che si terrà Sabato 17 Giugno dalle ore 21 in Piazza San Nicola, l'Associazione di Volontariato Gerico, la Caritas Parrocchiale e l'Azione Cattolica vogliono invitare la città ad una riflessione sui milioni di rifugiati e richiedenti asilo che, costretti a fuggire da guerre e violenze, lasciano i propri affetti, la propria casa e tutto ciò che un tempo era parte della loro vita. La giornata è iniziata alle 10 allo Stadio Municipale con un "torneo di cricket per i profughi e i rifugiati".

Le giornate dedicate al tema della migrazione avranno inizio il giorno 15 giugno con una giornata di porte aperte al Centro Sociale per donne e minori di Ururi: il Servizio Centrale dello SPRAR, in collaborazione con UNHCR, ha promosso per quest'anno una Giornata di Porte Aperte realizzata a cura dei progetti territoriali SPRAR per facilitare l'interazione tra rifugiati, operatori e comunità locali e riaffermare il valore dell'impegno e della solidarietà.

In occasione del 20 giugno, l'organizzazione per i diritti umani continuerà a chiedere alla comunità internazionale di intraprendere azioni concrete per sostenere la protezione dei rifugiati, attivare canali sicuri per richiedenti asilo e rifugiati e opportunità di mobilità per i migranti e creare un'alternativa alle pericolose traversate irregolari - riaffermando nel frattempo la necessità di garantire risorse e capacità adeguate per le attività di ricerca e soccorso in mare. Per agevolare questo processo il governo deve accelerare i tempi delle commissioni e aiutare il passaggio da un sistema di emergenza a un sistema strutturato che risponde al nome di SPRAR.

Ogni anno, in occasione della della Giornata Mondiale del Rifugiato (20 giugno), l'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) pubblica il Global Trends, un rapporto sui flussi migratori a livello mondiale. Si vedono vecchi conflitti che continuano, nuovi conflitti che spuntano ed entrambi producono nuovi spostamenti. L'emigrazione così come sta avvenendo è una tragedia dell'umanità: "sta a ognuno di noi capire cosa fare per aumentarne gli effetti positivi e diminuirne i lati critici". "Il progetto SPRAR a Gubbio - comunica la vice sindaco Rita Cecchetti - ha accolto dal 1 settembre 2016 a maggio di quest'anno, 30 persone di sesso maschile, tra i 20 e i 42 anni, provenienti per il 60% da Afghanistan e Pakistan e per il 40% dall'Africa". Il progetto ha una durata di 6 mesi per ciascun beneficiario, prorogabili in casi particolari soprattutto quando si parla di nuclei familiari.

Altre Notizie