Addio a Carla Fendi, la moda italiana piange la regina degli eventi

Le sorelle Fendi nel loro atelier in via Borgognona da sinistra Anna Franca Paola Carla e Alda in una immagine di archivio

Morta Carla Fendi, una vita per la moda e l'arte. Marini: «Grazie a nome dell'Umbria»

La stilista aveva 80 anni ed era rientrata da poco tempo nella sua residenza romana, a Palazzo Ruspoli. "Anzi, mi inorgoglisce", diceva sempre lui che per amore aveva rinunciato alla carriera da farmacista mettendosi al servizio della Maison. Quarta delle 5 figlie di Edoardo e Adele Fendi, fondatori dell'omonimo marchio del lusso, famoso in tutto il mondo per il suo know how artiginale.

Entra nell'azienda di famiglia ancora giovanissima, alla fine degli anni '50 dopo gli studi classici, ha lavorato per anni a fianco delle sorelle Paola, Anna, Franca e poi Alda. Parallelamente già dagli anni sessanta si dedica al settore delle relazioni pubbliche puntando innanzitutto e strategicamente sul mercato più difficile, quello americano, i cui successi ottenuti hanno definitivamente sancito la fama di Fendi in tutto il mondo.

Dopo una esistenza passata proprio insieme alle sorelle a lavorare nella progettazione dello stile del marchio al fianco di Karl Lagerfeld, nel 2007 aveva creato, insieme al marito Candido, la Fondazione Carla Fendi che opera con azioni di mecenatismo allo scopo di supportare le arti, l'artigianato e il sociale. Da qui la svolta del marchio Fendi in tutto il Globo.

Lutto nel mondo della moda, è morta a Roma, Carla Fendi. Con la crescita e lo sviluppo dell'azienda Carla Fendi, pur continuando a collaborare alla creazione si occupa in modo specifico della Comunicazione, dall'Ufficio Stampa, alla Pubblicità, all'Immagine, alle Manifestazioni.

Negli Anni '60, Carla Fendi corona un altro sogno: conosce Candido Speroni, che sposa e che resterà suo marito per 50 anni. Un coinvolgimento che matura di anno in anno e che si consolida attraverso una bella e preziosa amicizia con il Maestro Giancarlo Menotti.

Altre Notizie