Destiny 2: nuove informazioni sui server

Destiny 2: nuove informazioni sui server

Destiny 2: nuove informazioni sui server

"Siamo entusiasti di collaborare con Razer alla creazione di una linea di prodotti di qualità che sarà senz'altro apprezzata dai giocatori di Destiny 2 e dagli appassionati di action shooter in generale", dichiara Jim McQuillan, Creative Director, Brand & Marketing di Bungie.

Sembrerebbe infatti che il nuovo Destiny 2 non disporrà di server dedicati, un fattore che potrebbe inficiare l'esperienza ludica dei videogiocatori, sebbene Bungie non si sia espressa con parole pessimistiche in tal proposito, andando piuttosto ad analizzare e chiarire nel dettaglio la situazione: nell'ultimo post settimanale sul blog degli sviluppatori, il responsabile tecnocio Matt Segur ha spiegato che "Ogni attività all'interno di Destiny 2 è ospitata da uno dei nostri server, e ciò significa che non soffrirete più una migrazione dell'host nel corso dei vostri Raid o delle Prove". La notizia che i server dedicati non saranno disponibili ha preoccupato molti. Avreste voluto pure voi i server dedicati per Destiny 2?

Tra poco più di tre mesi, più precisamente il prossimo 8 settembre, gli utenti di PlayStation 4 e Xbox One (PC più avanti) avranno modo di imbarcarsi in una nuova avventura spaziale grazie al lancio di Destiny 2. Mark Noseworthy, project lead di Destiny 2 afferma che "sia importante che tutti i giocatori partano da zero". Questo è diverso dal primo gioco dove i compiti di hosting venivano svolti dalle console dei giocatori. Destiny 2 utilizza un ibrido della tecnologia client-server e peer-to-peer, proprio come Destiny 1. Il server pensa all'elaborazione del gioco, e ogni giocatore pensa all'elaborazione dei movimenti. "Questo garantisce una sensazione di immediatezza a movimenti e sparatorie senza tener conto del luogo da cui si sta giocando". Abbiamo investito molto nella nuova infrastruttura di Destiny 2, inclusi i nuovi cloud server per il gameplay.

Altre Notizie